PITTart - Pitture e artisti in mostra permanente
Pitture e artisti in mostra permanente


 Home pageHome Page     Notizie d'ArteNotizie Arte     Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte    Tutte le iscrizioni a PITTart.comTutte le iscrizioni     Richiedi il tuo sito WebMio Sito Web    L'angolo del critico d'arteL'angolo del critico d'Arte    Incontri con l'arte - interviste agli artistiIncontri con l'Arte    Artisti sezione interattivaArtisti

News GuarnieriViaggiatori del tempo alla magione del TauNotizie Guarnieri

Durante l'evento "viaggiatori del tempo alla magione del Tau", l'artista Anna Maria Guarnieri ha presentato l'opera "Teupascio e la via Francigena"






Notizie e eventi d'arte
Anna Maria Guarnieri
Anna Maria Guarnieri

Come sarà l'anno 2008 Anna Maria Guarnieri all'Arena Cinecittà
                            Dal 24 aprile al 4 maggio 2008


Dopo il grande successo presso il Palazzo Cerretani della Regione Toscana, la mostra-inno al patrimonio dell'umanità dell'artista Anna Maria Guarnieri, prosegue all'Arena Teatro Cinecittà di via Pisana, 576 di Firenze. Per l'inaugurazione (ore 17,30 del 24 aprile) sono previsti interventi dell'artista, di Roberto Cellini (curatore della mostra) e del giornalista Fabrizio Borghini. Così ha commentato l'artista, a proposito di una domanda sulla scelta del tema della mostra: "E maturata in me l’idea di tradurre in un ancora incompiuto ciclo di immagini, l’anima, i monumenti e i volti che fanno parte del patrimonio dell’umanità, in modo naturale e a mio dire logico. La constatazione è semplice, ogni civiltà della storia del mondo, ha dato significativi contributi, tanto che oggi ciascuno attinge e usa la cultura e le scoperte di altri popoli. Sento spesso parlare della globalizzazione con un’accezione negativa e per certi aspetti non voglio disconoscere problematiche, ma certamente i vantaggi di una migliore cooperazione tra i popoli sono enormi. Purtroppo, come spesso succede, i vantaggi non fanno notizia e vengono comunemente accettati come “dovuti”. La storia dei popoli è piena in ogni civiltà di contributi dati all’intera umanità, c’è chi ha contribuito alla matematica, alla letteratura, alla scienza, all’architettura, all’arte, alla medicina, alla botanica, alla … l’elenco sarebbe infinito, ma quello che voglio dire è che se oggi, scriviamo, calcoliamo, parliamo, amiamo, deduciamo, mangiamo e … (anche qui l’elenco sarebbe infinito) lo dobbiamo certamente alla cultura che con il passare dei secoli è andata a formare il bagaglio culturale dell’intera umanità, ovvero al risultato della vita e delle esperienze di molti miliardi di uomini, che io spesso amo rappresentare dipingendo ingranaggi. Nel mondo non c’è città, palazzo, monumento o territorio che non possieda una sua storia, spesso anche affascinante e dunque tutti i luoghi del mondo sarebbero degni di essere rappresentati in un quadro, ma io ho dovuto necessariamente scegliere e ho scelto le civiltà e il patrimonio riconosciuto dall’UNESCO, quale significativo contributo dato all’intera umanità. E’ stata una scelta giusta? … questo non devo e non posso dirlo io, ma i tanti o i pochi che hanno visto o vedranno le mie opere".

Mostra di pittura dell'artista Anna Maria guarnieri Il patrimonio dell'umanità: le civiltà 
Nel salone del Palazzo Cerretani di Firenze, sotto il grande soffitto affrescato da Vincenzo Meucci e con l'alto patrocinio del Consiglio della Regione Toscana, sfila il "Patrimonio dell'umanità: le civiltà" dell'artista Anna Maria Guarnieri. Era l'anno 1972 quando l'UNESCO approvò la convenzione internazionale per la protezione del patrimonio dell'umanità. Con tale atto venne sancita l'inalienabilità della cultura e della natura, come elementi cardine per lo sviluppo delle società del pianeta e il mantenimento della pace e della solidarietà. Riprendendo e sviluppando tali principi, la Guarnieri mette in mostra, con l'evento "Il Patrimonio dell'umanità: le civiltà", circa 20 opere che evidenziano il patrimonio culturale del pianeta. L'artista, maestra del simbolismo moderno, porta avanti da anni, tramite le sue pitto-sculture, la tematica delle civiltà, in quanto è fermamente convinta, che la conoscenza di ogni altra cultura, è un ottimo strumento per comprendere gli altri e un formidabile mezzo per arricchire noi stessi e la nostra civiltà. Secondo la Guarnieri, l'universo è simile ad un grande ingranaggio, dove ogni cosa e ogni essere è funzionale alla perfetta efficienza del grande meccanismo. Con il ciclo che propone le civiltà, ove è sempre presente un ingranaggio, l'artista "archeologa", dimostra di seguire una sua personale strada, quella di un simbolismo ritrovato nelle radici del passato, ma vissuto intensamente nelle visioni del presente, un modo per indurci a far levitare lo spirito oltre la stessa materia cromatica, nell’intento d'infondere un moto solidale e quella sensazione di comunione, così rara nel quotidiano divenire, ma che è ricercabile attraverso i valori assoluti della storia di ogni civiltà.

Inaugurazione: ore 17,00 del 18 febbraio 2008
Luogo: Palazzo Cerretani - Consiglio Regione Toscana - Piazza dell'Unità Italiana, 1 Firenze  Tel 055.23871
Periodo: dal 18 al 25 febbraio 2008  Orario: 15,00 - 18,00
Presentazione: di Vincenzo D'Angelo presidente ANLA
Interventi: Dott. Federico Napoli - Critico d'Arte;  Dott. Fabrizio Borghini - Giornalista; Roberto Cellini – Presidente e Direttore artistico “Centro d'Arte Modigliani”; Prof.ssa Sandra Lucarelli – Critico d'arte.
Curatore: G. Baldinotti
Come arrivare: Mappa
Patrocinio: Consiglio Regione Toscana

Il patrimonio dell'umanità: le civiltà - Firenze

PITTart - Pitture e artisti in mostra permanente
Pitture e artisti in mostra permanente


 Home pageHome Page     Notizie d'ArteNotizie Arte     Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte    Tutte le iscrizioni a PITTart.comTutte le iscrizioni     Richiedi il tuo sito WebMio Sito Web    L'angolo del critico d'arteL'angolo del critico d'Arte    Incontri con l'arte - interviste agli artistiIncontri con l'Arte    Artisti sezione interattivaArtisti

News GuarnieriViaggiatori del tempo alla magione del TauNotizie Guarnieri

Durante l'evento "viaggiatori del tempo alla magione del Tau", l'artista Anna Maria Guarnieri ha presentato l'opera "Teupascio e la via Francigena"






Notizie e eventi d'arte
Anna Maria Guarnieri
Anna Maria Guarnieri

Come sarà l'anno 2008 Anna Maria Guarnieri all'Arena Cinecittà
                            Dal 24 aprile al 4 maggio 2008


Dopo il grande successo presso il Palazzo Cerretani della Regione Toscana, la mostra-inno al patrimonio dell'umanità dell'artista Anna Maria Guarnieri, prosegue all'Arena Teatro Cinecittà di via Pisana, 576 di Firenze. Per l'inaugurazione (ore 17,30 del 24 aprile) sono previsti interventi dell'artista, di Roberto Cellini (curatore della mostra) e del giornalista Fabrizio Borghini. Così ha commentato l'artista, a proposito di una domanda sulla scelta del tema della mostra: "E maturata in me l’idea di tradurre in un ancora incompiuto ciclo di immagini, l’anima, i monumenti e i volti che fanno parte del patrimonio dell’umanità, in modo naturale e a mio dire logico. La constatazione è semplice, ogni civiltà della storia del mondo, ha dato significativi contributi, tanto che oggi ciascuno attinge e usa la cultura e le scoperte di altri popoli. Sento spesso parlare della globalizzazione con un’accezione negativa e per certi aspetti non voglio disconoscere problematiche, ma certamente i vantaggi di una migliore cooperazione tra i popoli sono enormi. Purtroppo, come spesso succede, i vantaggi non fanno notizia e vengono comunemente accettati come “dovuti”. La storia dei popoli è piena in ogni civiltà di contributi dati all’intera umanità, c’è chi ha contribuito alla matematica, alla letteratura, alla scienza, all’architettura, all’arte, alla medicina, alla botanica, alla … l’elenco sarebbe infinito, ma quello che voglio dire è che se oggi, scriviamo, calcoliamo, parliamo, amiamo, deduciamo, mangiamo e … (anche qui l’elenco sarebbe infinito) lo dobbiamo certamente alla cultura che con il passare dei secoli è andata a formare il bagaglio culturale dell’intera umanità, ovvero al risultato della vita e delle esperienze di molti miliardi di uomini, che io spesso amo rappresentare dipingendo ingranaggi. Nel mondo non c’è città, palazzo, monumento o territorio che non possieda una sua storia, spesso anche affascinante e dunque tutti i luoghi del mondo sarebbero degni di essere rappresentati in un quadro, ma io ho dovuto necessariamente scegliere e ho scelto le civiltà e il patrimonio riconosciuto dall’UNESCO, quale significativo contributo dato all’intera umanità. E’ stata una scelta giusta? … questo non devo e non posso dirlo io, ma i tanti o i pochi che hanno visto o vedranno le mie opere".

Mostra di pittura dell'artista Anna Maria guarnieri Il patrimonio dell'umanità: le civiltà 
Nel salone del Palazzo Cerretani di Firenze, sotto il grande soffitto affrescato da Vincenzo Meucci e con l'alto patrocinio del Consiglio della Regione Toscana, sfila il "Patrimonio dell'umanità: le civiltà" dell'artista Anna Maria Guarnieri. Era l'anno 1972 quando l'UNESCO approvò la convenzione internazionale per la protezione del patrimonio dell'umanità. Con tale atto venne sancita l'inalienabilità della cultura e della natura, come elementi cardine per lo sviluppo delle società del pianeta e il mantenimento della pace e della solidarietà. Riprendendo e sviluppando tali principi, la Guarnieri mette in mostra, con l'evento "Il Patrimonio dell'umanità: le civiltà", circa 20 opere che evidenziano il patrimonio culturale del pianeta. L'artista, maestra del simbolismo moderno, porta avanti da anni, tramite le sue pitto-sculture, la tematica delle civiltà, in quanto è fermamente convinta, che la conoscenza di ogni altra cultura, è un ottimo strumento per comprendere gli altri e un formidabile mezzo per arricchire noi stessi e la nostra civiltà. Secondo la Guarnieri, l'universo è simile ad un grande ingranaggio, dove ogni cosa e ogni essere è funzionale alla perfetta efficienza del grande meccanismo. Con il ciclo che propone le civiltà, ove è sempre presente un ingranaggio, l'artista "archeologa", dimostra di seguire una sua personale strada, quella di un simbolismo ritrovato nelle radici del passato, ma vissuto intensamente nelle visioni del presente, un modo per indurci a far levitare lo spirito oltre la stessa materia cromatica, nell’intento d'infondere un moto solidale e quella sensazione di comunione, così rara nel quotidiano divenire, ma che è ricercabile attraverso i valori assoluti della storia di ogni civiltà.

Inaugurazione: ore 17,00 del 18 febbraio 2008
Luogo: Palazzo Cerretani - Consiglio Regione Toscana - Piazza dell'Unità Italiana, 1 Firenze  Tel 055.23871
Periodo: dal 18 al 25 febbraio 2008  Orario: 15,00 - 18,00
Presentazione: di Vincenzo D'Angelo presidente ANLA
Interventi: Dott. Federico Napoli - Critico d'Arte;  Dott. Fabrizio Borghini - Giornalista; Roberto Cellini – Presidente e Direttore artistico “Centro d'Arte Modigliani”; Prof.ssa Sandra Lucarelli – Critico d'arte.
Curatore: G. Baldinotti
Come arrivare: Mappa
Patrocinio: Consiglio Regione Toscana